Finestre antirumore:infografica finestraplus

Finestre antirumore: cosa devi sapere per sceglierle a Genova

3.4
(5)

Con nuove finestre antirumore, lascio fuori i rumori da casa mia?

Questa è la domanda che mi fanno le persone che vorrebbero sostituire le finestre per lasciare fuori il rumore da casa.

Soprattutto qua in Liguria, tra Genova e il Sestri Levante, capita spesso di vivere in situazioni in cui il rumore ci rovina il sonno e la vita. 

La ferrovia sotto casa, con i treni merci che la notte sferragliano, una strada trafficata anche a causa dell’ Aurelia e delle Autostrade perennemente in tilt, o un locale sotto casa che fa la movida notturna, sono i fattori principali che spingono clienti come te a sostituire le finestre.

Per questo motivo, sono notevolmente aumentate le richieste di finestre antirumore. 

Come tecnico e co-creatore di FinestraPLUS, nel video ti spiego i requisiti delle finestre antirumore e quando puoi evitarle di acquistare, perché significherebbe buttare i soldi.

Buona visione

Finestre Antirumore? Ma da sole non bastano.

Ovviamente, la finestra antirumore deve essere progettata e costruita rispettando degli standard che analizzeremo di seguito.

Nell’ottenere un ottimo risultato con le finestre antirumore, la posa in opera rappresenta un aspetto importantissimo.

Deve essere progettata sulla tua situzione specifica creando un sistema che protegga il telaio dal rumore esterno.

Se il tuo desiderio è lasciare il rumore fuori di casa, rifasciare la vecchia finestra non è una buona idea.

Con il rifascio del vecchio serramento, il rumore ti continuerà a passare dal vecchio telaio. Perciò ti sconsiglio vivamente di acquistare finestre antirumore con posa su rifascio, se vuoi sapere di cosa parlo, te lo spiego qui.

Anche come è realizzata la tua casa è da tenere in considerazione prima di proporti vetri finestre con vetri antirumore.

Se la tua casa è costruita tra gli anni 50 e 80, con muri a intercapedine non coibentata, ponti acustici creati dai pavimenti e dai poggioli, installare una finestra antirumore potrebbe migliorare la situazione, ma non fare miracoli.

Laddove invece, c’è un cassettone per l’avvolgibile, spesso una finestra con i vetri antirumore può non dare benefici maggiori rispetto ad installare ad esempi una finestra con vetri standard da 32 dB.

Il motivo è semplice. Il cassettone rappresenta un foro aperto comunicante con l’esterno, diviso solo da 10 cm laterizio o talvolta dalle travi portanti in cemento armato.

In questi casi, la cosa principale è concentrarsi nel togliere la possibilità che entrino spifferi dall’esterno.

Dove passa l’ aria passa il rumore . In presenza di un cassonetto, togliere lo spiffero migliora sensibilmente il disagio da rumore anche con finestre con vetri standard.

Come ti ho detto però l’isolamento acustico rimane materia difficile e anche la percezione personale fa la differenza. Ogni situazione rimane sempre differente ed è importante fare una progettazione ad hoc della posa in opera, come nel caso di Elena ed Emanuele a Genova che grazie al nostro sistema dormono finalmente sereni.

Finestre Antirumore: alcune dritte per sceglierla bene a Genova.

Riguardo al materiale del telaio,  vanno bene sia il PVC, che il legno che l’alluminio, anche se quest’ultimo ha un pò meno massa.

Di seguito eccoti alcune componenti importanti di una finestra antirumore

Ferramenta perimetrale

Per un buon isolamento dal rumore, è preferibile optare per una ferramenta che chiuda su tutto il perimetro, attraverso appositi nottolini che verranno azionati con la maniglia.

Una perfetta chiusura, consente all’anta di aderire alle guarnizioni esterne, impedendo il passaggio dell’aria.

 

finestre antirumore: la ferramenta

Il vetro

 il vetro come ben sai è l’ 80% della finestra. In acustica in acustica vince la massa. Per fare un vetro acustivo si usano dei vetri molto spessi diversificando lo spessore delle lastre

Ad esempio per avere un vetro da 42 decibel può essere sufficiente mettere una lastra esterna da 6 mm o da 8 mm e una lastra da 4 + 4 o 5 + 5 stratificata con PVB silence, una pellicola specifica per il riverbero.

Sempre riguardo il vetro, l’incollaggio perimetrale all’anta aiuta la prestazione acustica, in quanto evita che si crei dell’aria non controllata nella cavità di vetraggio. Ricorda, dove passa aria passa il rumore.

Guarnizioni, meglio 3 di 2

Una finestra antirumore che si rispetti, deve avere un sistema di tenuta a tre guarnizioni (cerchiate in rosso).

Oltre a migliorare leggermente la performance acustica, si riduce notevolmente la possibilità che entri l’aria dai telai.

 

 

finestre antirumore: le 3 guarnizioni

VUOI TOGLIERE IL RUMORE DALLA TUA CASA, CON UN SISTEMA PENSATO SU MISURA PER LA TUA ABITAZIONE, CURATO NEI MINIMI DETTAGLI?

 CONTATTAMI SUBITO PER UNA CONSULENZA

Compila il form in ogni sua parte o scrivimi un messaggio di testo WhatsApp al 391 7640054, 

Ti ricontatteremo entro 24 ore

Marco Asti

Marco Asti

Sono il Consulente tecnico di Isolandia dal 2013, co-creatore del metodo FinestraPlus e collaboratore posaqualificata.it

Hai trovato utile l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voto 3.4 / 5. 5

Non essere timido, dai il tuo voto!!!

Se hai trovato l'articolo utile, condividi su Facebook...

Qualcun'altro potrebbe aver bisogno di sapere

Share this post

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email