Porta Blindata con Pannello a Campione

Porta Blindata con Pannello a Campione

Nella sostituzione di un porta d’ingresso, soprattutto nei condomini, c’è spesso la necessità di mantenere l’estetica e la colorazione della parte esterna.

In questi anni di lavoro ho visto veramente di tutto, si passa da pannelli lisci color mogano con cornici applicate a pannelli alla genovese con riquadri.

In questo articolo invece ti racconto una sostituzione in cui il vecchio pannello esterno era una vera e propria opera d’arte.

Porta Blindata con Pannello a Campione: intervento che ha coinvolto due aziende

Quest’installazione realizzata in Corso Italia a Chiavari, ha coinvolto due aziende, la nostra naturalmente, e la storica falegnameria Zucchi di San Terenziano, frazione del comune di Leivi (GE) alle porte di Chiavari.

Il lavoro non era dei più semplici, in quanto oltre alla realizzazione della parte esterna da parte della ditta Zucchi, vi erano alcuni problemi da risolvere per installare la nuova porta.

Porta Blindata con Pannello a Campione: le necessità del cliente

La vecchia porta in legno era stata rinforzata negli anni ’90 con un telaio metallico, zancato nel muro e  ringrossata con un ulteriore pannellatura interna per nascondere gli elementi della serratura a pompa.

Oltre ad un problema di tarme, che stavano mangiando il legno dal lato esterno, il proprietario di casa voleva una porta molto più sicura e di semplice utilizzo.

In situazioni come questa la scelta corretta di una porta blindata con un’adeguata struttura è importantissima. 

Per esperienza so bene che il pannello a campione che si andrà a montare successivamente può avere un peso fino a 40-50 kg.

Il rischio che si corre con una struttura meno sostanziosa a lavoro finito può comportare problemi nella chiusura della porta stessa.

Ecco perché la porta giusta per noi deve avere una struttura solida, realizzata in acciaio a doppia lamiera da 2,5 mm con  rinforzo e coibentazioni interne con poliuretano insufflato a caldo per irrigidire il tutto.

Naturalmente la porta scelta è stata la nostra Makos in classe 4.

Porta Blindata con Pannello a Campione: smuratura vecchia porta senza opere murarie

Dopo un attento sopralluogo e aver pianificato attentamente l’intervento, vi è il montaggio della porta: la prima fase sta nel rimuovere tutta la vecchia struttura senza opere murarie.

Abbiamo da prima estratto il telaio di ferro zancato, operazione che richiede grande attenzione per evitare rotture dei muri e successivamente il telaio di legno fissato sotto, che in zona chiamiamo animella.

Porta Blindata con Pannello a Campione: installazione telaio

Fatto questo e ripulito tutto si procede a montare il telaio della nuova porta blindata.
In questo caso abbiamo optato per il telaio tubolare che ci garantisce maggiore rigidità della porta, soprattutto in una situazione come questa in cui viene applicato un pannello esterno di peso importante.

Per il fissaggio abbiamo seguito il nostro standard, utilizzando 16 punti di fissaggio con barre e cemento chimico, più altre viti date in posizioni specifiche, che ci consentono di bloccare del tutto il telaio ed evitare qualsiasi sollecitazione da aperture e chiusura.

Porta Blindata con Pannello a Campione: il tocco da maestro del falegname

Una volta installata la porta, ecco che tocca al falegname.
La realizzazione di questo pannello è una vera e propria opera d’arte, un po’ per i motivi molto signorili, sia per la colorazione particolare.

L’installazione del pannello è stata realizzata dalla falegnameria Zucchi con il nostro supporto, in particolare per mettere il vecchio rosone in ottone per tirare la porta, un elemento obbligatorio per il rispetto dell’estetica condominiale.

Il fissaggio di un vecchio pomolo a una nuova porta blindata è un’operazione molto delicata.

Molti per togliersi il problema, fanno come si faceva una volta, quindi un foro che vada dall’esterno all’interno della porta, avvitando con un bullone il pomolo dall’interno.

Per noi naturalmente non è una soluzione accettabile, perché andrebbe a rovinare tutto il lavoro fatto a livello estetico.

Quindi nello specifico abbiamo:

  • Modificato la filettatura del pomolo e rimosso dai suoi elementi alcune parti non necessarie.
  • Predisposto una nuova sede per avvitare il pomolo e fissato lo stesso.

Un’operazione come questa fatta con coscienza può richiedere fino a un’ora per avere un lavoro perfetto.

Ora è giunto il momento di mostrarti le foto di questa bellissima porta.

Se anche tu sei alla ricerca di una porta blindata sicura e realizzata con un pannello a campione bello come questo compila il form.

Ti ricontattiamo sempre entro 4 giorni,

Ti aspettiamo
Marco Asti

Facebook Comments

Share this post