strumenti-della-mano-di-falegnameria-su-bianco-24344628

Perché NON dovresti nemmeno pensare a carteggiare, verniciare e mettere i doppi vetri alle Vecchie Finestre – e cosa fare invece!

 

Spifferi insistenti che ti arrivano nel collo nei momenti di relax o ancora peggio mentre dormi.

Le infiltrazioni di acqua ad ogni pioggia e il freddo costante durante l’inverno, spesso sono sufficienti per creare la consapevolezza nelle persone che ci sia un problema da risolvere e quel problema sono proprio le vecchie finestre.

E dai qui, ti trovi di fronte ad un diramazione, ed ognuna di queste porta dritto dritto ad una soluzione. Per semplificare il tutto, ho diviso il tutto in 3 alternative.

1) Non Fare Niente…

Proprio così, esiste una parte di persone che indecisa tra le migliaia di alternative che offre il mercato scelgono di “tenersi il problema”. Di fatto in questo caso ci si prodiga a risolverlo quando diventa di fatto insostenibile.

2) Sostituire le finestre

3) Restaurare le finestre esistenti.

Che sarà l’argomento vero e proprio che tratterò in questo articolo.

Prima di cominciare faccio una doverosa precisazione.

Di base, Restaurare le finestre esistenti è prerogativa dei falegnami, che rispetto molto in quanto sono gli ultimi artigiani rimasti mondo dei serramenti.

 

 

Quali sono le principali motivazioni per cui le persone decidono di restaurare le vecchie finestre? E cosa dovrebbero assolutamente sapere prima di farlo.

In questi anni, grazie all’esperienza acquisita tra vendita e installazione, ho individuato alcuni fattori per cui ancora oggi nel 2017, ancora un cospicuo numero di persone sceglie di restaurare le vecchie finestre:

  •  alcune persone pensano di risparmiare molti soldi ( sarà davvero così?)

 

  • altri sono dell’idea che mettendo doppi vetri e guarnizioni sia sufficiente ad avere una finestra perfettamente isolante

 

  • Infine per ultimo ma non meno importante ci sono persone che preferiscono restaurare i vecchi infissi per non perdere luce e superficie di vetro.

Queste ultime quest’ultima categoria di persone generalmente si è già informata attraverso Internet o rivolgendosi direttamente negli showroom e hanno acquisito la consapevolezza che sostituire le finestre può portare ad una perdita di luce rilevante, infatti in alcuni casi si arriva anche a dover rinunciare fino a 15 cm di superficie di vetro.

Questo accade perché  ricorrendo ad istallazioni tradizionali sopra il vecchio telaio di legno, è dimostrato che si possono perdere fino a 15 cm di vetro.

I doppi vetri e le guarnizioni, aumentano realmente l’isolamento termico?

Mettere i doppi vetri alle vecchie finestre in legno risolve sul serio il problema dell’isolamento termico ed acustico?

Se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, a livello di isolamento termico è sempre meglio avere un doppio vetro che un vetro singolo.

Un doppio vetro isola più di un vetro singolo, come del resto avere un doppio vetro che risponda alle norme vigenti in termini di antinfortunistica (UNI:7697) è sempre meglio che avere un vetro singolo da 3 o 4 mm che in caso di rottura diventa un arma pericolosa per la tua incolumità, purtroppo fino ad essere mortale, come è accaduto in alcun casi. 

Come si mette il doppio vetro in una vecchia finestra in legno?

Mettere un doppio vetro, di base significa intervenire sulla struttura della vecchia anta.

A seconda dello spessore dell’anta e del tipo di vetro che si vuole andare a mettere, essenzialmente si va a creare lo spazio per un vetrocamera riducendo la dimensione del fermavetro (rifilandolo) e dove non è sufficiente si va a creare attraverso una fresatura allo spazio per accogliere nuovo vetrocamera (tramite l’uso del pantografo).

Perché la vecchia finestra in legno con il vetrocamera, è meglio di niente e Non è affatto isolante?

Semplice, con questo sistema non si potrà mai inserire un sistema di vetrocamera che garantisca un isolamento termico adeguato.

Così come lo spessore dell’anta non era stato pensato e costruito per dare un isolamento termico.

Basta pensare che una finestra qualunque Nuova, che trovi in commercio ha il classico vetrocamera da 24 mm, che per mia esperienza non ho mai visto installato su vecchie finestre in legno.

Infine, c’è un altro aspetto puramente pratico.

Aumentando il peso del vetro di almeno il 100%, si va a sovraccaricare la Ferramenta della vecchia finestra che è composta essenzialmente da cerniere per porte letteralmente inchiodate al vecchio telaio e dai “paletti” per la chiusura della anta con maniglia, o come si vede nelle finestre antiche, fissati di testa sull’anta.

Quindi se lo Finestra già chiedeva male andando ad appesantire ulteriormente la struttura è molto probabile che col tempo peggiori utilizzo della Finestra

Un breve accenno alle guarnizioni.

Nei casi più semplici si va da mettere una guarnizione adesiva tra battente telaio

Di sicuro inserire le guarnizioni nel breve periodo toglie parecchi spifferi.

Purtroppo però già dopo pochi mesi la situazione tenderà a degenerare, a causa della natura del legno delle vecchie finestre.

Le vecchie finestre venivano fatte in legno massiccio, che di natura è in continuo movimento.

Come avrai notato negli anni, le vecchie finestre in legno si aprono e si chiudono più o meno facilmente a seconda del periodo dell’anno. Il caldo, il freddo e variazione di umidità, fanno sì che il legno effettui i suoi naturali assestamenti.

Ecco perché, le guarnizioni non possono compensare questi movimenti, quindi in questi casi, Non c’è Guarnizione Che Tenga

Riguardo al restauro vero e proprio, quindi carteggiare e successivamente riverniciare le finestre non c’è molto da aggiungere tranne che si tratta di un’operazione che in media va ripetuta ogni 4-5 anni per mantenere le finestre in uno stato decoroso.

Non voglio nasconderti che nelle nostre installazioni, capita di frequente di rimuovere proprio vecchi infissi restaurati con doppi vetri e guarnizioni solo pochi anni prima.

Con questo non voglio assolutamente scoraggiarti riguardo il restaurare vecchie finestredi 30 -40 -100 anni, voglio però che tu sia consapevole che Non potrai ottenerne un risutato soddisfacente in termini di isolamento e tenuta, almeno non per molto tempo.

Il più delle volte la causa va ricercata non tanto nella ricerca del risparmio, ma nell’errata considerazione che ogni cosa sia uguale all’altra, paragonamdo mele con mele.

Ben presto però si deve fare i conti la realtà, ben diversa dalle aspettative.

Infatti, se una vecchia finestra chiudeva male e spifferava, continuerà a farlo anche con le guarnizioni e doppio vetro.

Restaurare i serramenti per Non perdere luce e superficie di vetro.

Come ti dicevo, ci sono anche tante persone che si documentano e ben presto nutrono la consapevolezza che sostituendo le finestre rischiano di perdere moltissima superficie di vetro, a causa per colpa di installazioni “semplici e senza polvere” sopra il vecchio telaio. Non hanno torto, perché ancora oggi nel 2017, il 93,8% delle aziende sostituisce le finestre in questo modo:

Hanno capito che possono dover rinunciare fino a 15 cm di vetro e di conseguenza restringere notevolmente le proprie finestre, anticipando il tramonto dentro casa.

Infatti, con i sistemi di lavoro tradizionale, il Non Perdere Vetro comporta la necessità di opere murarie per rimuovere il vecchio serramento e di murare un nuovo controtelaio.

Ecco perché in questo caso le persone piuttosto scelgono di restaurare le vecchie finestre.

Se anche tu, Non vuoi perdere preziosi centimetri di vetro, NON ci pensare assolutamente a restaurare i tuoi vecchi infissi!!! Piuttosto, lascia che ti sveli un segreto. Abbiamo creato da 2 anni un sistema di lavoro che ti consente di avere nuove finestre isolanti, Senza Perdere Vetro e Senza Rompere i Muri di casa tua. Questo sistema esiste e si chiama Finestra PLUS

Grazie ad una intuizione, ci siamo specializzati nel togliere completamente il vecchio telaio murato, senza opere murarie. Proprio come te, volevamo un sistema che ci consentisse di sostituire le finestre senza perdere luce, coperto da tripla garanzia sull’installazione.

Abbiamo creato un sistema dedicato a chi come te non trascura i dettagli e vuole una finestra luminosa e perfettamente isolante. Infatti i punti cardine del sistema sono:

  1. Smuratura vecchio infisso senza opere murarie, quindi sfruttiamo tutto o spazio per la nuova finestra

  2. Installiamo solo finestre Internorm con profili ridotti e vetri extrachiari ad elevata trasmissione luminosa per mantenere LUCE

  3. Usiamo solo materiali isolanti previsti dal sistema Posaqualificata per isolare il nuovo telaio

 

Il risultato che vogliamo darti, sono nessuna riduzione della superficie vetro e isolamento termico ottimale.

===============================================================================

[ Vuoi conoscere meglio il sistema Finestra Plus?]

Se vuoi contattarci per valutare la sostituzione delle tue finestre, scrivici a info@finestraplus.com

 

 

Spero di sentirti presto

Marco Asti (tecnico Finestra Plus)

Share this post