IMG_7651

[ I 3 MOTIVI PER CUI DEVI ISOLARE IL CASSONETTO DELLE TAPPARELLE]

cassonettoUn estraneo di nome Cassonetto.

In ogni sopralluogo che si rispetti si arriva ad un punto in cui parlando con il cliente si arriva alla classica domanda…

Cosa ne facciamo del cassonetto?

E’ proprio in quel momento vedo negli occhi dei clienti stupore, imbarazzo e uno sguardo che dice…

mi sta dicendo che sono così brutti?

No, non sono brutti, anche perché nel caso saresti Tu a richiedermi la loro sostituzione.

Voglio Solo dirti che isolare il cassonetto è importante anche con vecchi serramenti, ma lo è ancora di più se sostituisci i vecchi serramenti con nuovi altamente performanti.

Perché devi isolare il cassonetto?

Proprio come i muri di casa, il cassonetto fa da barriera tra l’ambiente esterno e i tuoi interni.

Non so se ci avevi già pensato, ma da dove passa la tapparella entra tantissima aria.


Più spesso di quanto credi nei vecchi cassonetti usurati dal tempo quest’aria si trasforma in fastidiosi spifferi che passano dal vecchio coperchio e udite udite dal passacinghia.

passacinghiaIl problema del passacinghia

Voglio cominciare dall’elemento più piccolo del sistema tapparella.

Devi sapere che il passacinghia è un elemento spesso ancora trascurato. Quello in foto è detto spiffero magico, è in commercio da sempre e costa grossomodo     € 0,50 cad.

Lo puoi trovare tranquillamente presso una qualsiasi ferramenta.

guidacinghia_universale_girevole_con_spazzolino_bianco_GUIDAGIRSPBCome dovrebbe essere il passacinghia?

Spendendo qualche euro in più ne potresti avere uno nato e pensato per non fare entrare gli spifferi.

Vedi questo è studiato con un fantastico spazzolino antispiffero, che assolve egregiamente la sua funzione.

Purtroppo però è un pò più difficile da reperire.

Probabilmente perché c’è ancora una mancanza di cultura sull’isolamento del cassonetto specie in ristrutturazione. 

 

Di cosa è fatto un vecchio cassonetto?

Ovviamente parlo per la mia esperienza su Genova e provincia.

Di norma il cassonetto è  chiuso su 4 e a volte 5 lati da uno strato di 2cm di legno, spesso datato e segnato dal tempo, o ancora peggio da una sottile lamiera in metallo.

All’interno di questi cassonetti vi è un elevata circolazione d’aria che aumenta sostituendo i serramenti, perché lo spiffero che prima passava dalla finestra viene fermato da nuovi sistemi di tenuta, quindi cercherà di entrare dal cassonetto.

Ora, partendo dall’aria esterna che circola nel cassonetto, nascono tutta una serie di problemi più o meno gravi e fastidiosi.

Un vecchio cassonetto può diventare causa di:

  1. Rumore
  2. Elevate spese di riscaldamento
  3. Muffa

Vecchio cassonetto causa di Rumore.

Sì, gran parte del rumore passa proprio attraverso il cassonetto.

E in prossimità di una strada trafficata o della ferrovia, potrebbe essere un problema.

Sostituendo i serramenti senza isolare il cassonetto, può aumentare la percezione del Rumore che passa dallo stesso, in quanto si crea un effetto cassa armonica.

Quando il vento è forte si sente il suo sibilo all’interno dei cassonetti.

Vecchio cassonetto causa di Elevate spese energetiche

Il cassonetto è causa del 60 % delle dispersioni termiche delle finestre.

Ben il doppio delle finestre stesse.

Ricorda che da dove entra lo spiffero, esce il calore di casa tua, quindi i tuoi soldi. 

La stragrande maggioranza delle persone, non considera il cassonetto in quel senso, tanta è forse l’abitudine a convivere con quegli spifferi e sibili.

A volte il cassonetto è percepito SOLO come un  problema estetico.

Ricorda che le finestre di solito vengono sostituite principalmente per altri motivi legati a spifferi, infiltrazioni e spese energetiche.

Ovvio che poi anche l’occhio vuole la sua parte.

Per il Cassonetto deve valere la stessa regola. Ne va del tuo benessere in casa e delle tuo risparmio futuro sulle spese di riscaldamento, tendenzialmente in aumento anno dopo anno.

Te lo dico perché vedo e sento queste cose ogni giorno, nella maggior partedei sopralluoghi.

Mi rendo conto che talvolta le persone non vogliano intervenire sui cassonetti, anche per problemi legati al budget, che viene spesso assorbito dai nuovi serramenti ben più costosi.

Esiste però anche la possibilità di intervenire con una spesa minima all’interno dei cassonetti, senza svenarsi.

 

Vecchio cassonetto causa di muffa

Purtroppo un cassonetto che isola poco e male può diventare luogo in cui l’umidità condensa in certe stagioni.

Accade spesso  nelle pareti a Nord e più in generale in quelle pareti che hanno poca esposizione a luce solare e calore.

L’aria fredda dall’esterno viene a contatto con il calore proveniente dagli ambienti riscaldati. 

La comparsa della Muffa nasce da prima con piccoli puntini neri, per poi crearsi delle vere e proprie macchie estese.

La comparsa dei puntini neri, ho riscontrato che non preoccupa molte persone, anzi in alcuni casi non rappresenta un problema.

IMG_7651

Di solito si arriva a definirlo problema quando la situazione si avvicina a questa nella foto.

Bene  in casi come questi oltre ad una situazione antiestetica, si crea anche un ambiente malsano con una sensazione di aria pesante nelle stanze.

La Muffa è tossica per l’organismo umano.

Quali effetti ha la Muffa sul nostro organismo?

Di certo non aiuta la nostra salute.

Non tutti sanno che la proliferazione delle spore della Muffa può causare febbre, asma, pruriti cutanei, problemi di memoria, di apprendimento, fino a crisi di panico o iperattività.

Ovviamente i soggetti più a rischio sono bambini e persone con altre patologie.

Per carità, non sono un medico, ma cerco di tenermi informata il più possibile. Prova a scrivere su google “muffa e salute”.

Se hai problemi con la Muffa in casa, ci sono diversi documenti che richiedono la tua attenzione.

Consigliare, vendere e installare serramenti, richiede di preoccuparsi di tutti gli aspetti, senza trascurare la salute.

La foto in questione mi è stata girata da un caro amico che voglio ringraziare, che con il suo blog www.posaqualificata.it si batte per informare clienti e formare addetti ai lavori ad una corretta posa in opera dei serramenti.

Lo scopo è semplice, fare le cose come vanno fatte e non come si sono sempre fatte.

Riporto anche la citazione del suo cliente, che rende l’idea di come spesso i privati sottovalutino l’importanza e le conoscenze che sono necessarie a sostituire i serramenti senza fare danni.

“L’amarezza di una scarsa qualità rimane per lungo tempo, dopo che il piacere di un prezzo basso è stato dimenticato.” Cit.

Proprio il prezzo basso, tanto a caro ai venditori generalisti.

Tanto caro a chi non è specializzato nel proprio lavoro.

Tanto caro a chi vuole accontentare il cliente ad ogni costo, anche contro il suo interesse.

In questo caso il cliente leggendo solo l’ultima riga, non è stato ovviamente consigliato per il meglio. Con qualche centinaio di Euro in più ne avrebbe risparmiati alcune migliaia.

Esattamente perché sistemare una situazione del genere vuol dire intervenire nuovamente sugli infissi, che sui muri.

cassonetto_alluminio_e03400Come si isola un cassonetto?

Dalle mie parti di solito fanno così.

Rifasciano il vecchio con una lamiera di alluminio con coperchio, proprio come in foto.

Anche noi lo facciamo se ci viene richiesto, si evita di smurare il vecchio, quindi si evitano grane e possibili opere murarie. 

Il problema è che la maggior parte dei serramentisti si limita a mettere il coperchio e siliconare a contatto con i muri e il serramento.

Ma non basta assolutamente.

Noi lo proponiamo abbinato ad un sistema certificato di isolamento interno del cassonetto.

In questo modo le prestazioni termiche del cassonetto si avvicinano o si equivalgono a quelle di un nuovo serramento.

Possiamo proporre svariate soluzioni e tutte partono dal presupposto che il cassonetto debba prima essere coibentato, quindi valutiamo assieme al cliente il lato estetico

Esistono tante soluzioni possibili, si tratti di rifare tutto da capo, oppure senza opere murarie.

Come sempre, per consigliarti al meglio, l’ideale è cominciare con un sopralluogo approfondito, in modo da avere la migliore soluzione possibile.

Ed ora, credi ancora che isolare il cassonetto non sia importante?

 

Valentina Biggio 

Ps: Stai  per cambiare le finestre?

Scarica gratuitamente la mia guida per accedere Facile alle detrazioni fiscali.

 

Hai trovato utile l'articolo?

Clicca sulle stelle per votare

Media voto / 5.

Se hai trovato l'articolo utile, condividi su Facebook...

Qualcun'altro potrebbe aver bisogno di sapere

Share this post

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email